BANDO PER IL SOSTEGNO A PROGETTI D'AREA FINALIZZATI ALLA CREAZIONE DI SERVIZI E PRODOTTI TURISTICI

Periodo apertura bando: 
da 10/10/2018 a 20/12/2018

COMUNICAZIONE:

AI FINI DI AGEVOLARE LA COSTITUZIONE DELLE AGGREGAZIONI PREVISTE DAL BANDO SI INVITANO I POTENZIALI BENEFICIARI A COMPILARE LA SCHEDA ALLEGATA "MANIFESTAZIONE DI INTERESSE" E CONSEGNARLA ENTRO IL 20 NOVEMBRE 2018.

 

 

E’ pubblicato nel B.U.R. n. 41 del 10 ottobre 2018 il BANDO PER L’ACCESSO INDIVIDUALE ALLA MISURA 19 SOTTOMISURA 19.2 “SVILUPPO LOCALE LEADER” AZIONE 1.3 “PROGETTI D’AREA FINALIZZATI ALLA CREAZIONE DI SERVIZI E PRODOTTI TURISTICI” – SSL DEL GAL MONTAGNA LEADER - DEL PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2014-2020 DELLA REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZA GIULIA.

FINALITA’:

L’Azione è finalizzata alla realizzazione di progetti d’area che inneschino reali e duraturi processi di sviluppo dell’offerta turistica attraverso l’azione congiunta di più soggetti, pubblici e privati, che facilitino la fruizione dell’esperienza vacanza, sviluppino prodotti e servizi turistici differenziati, incrementino la riconoscibilità dell’area, migliorino e innovino il sistema di accoglienza locale.

Il turismo non è un settore economico-produttivo autoctono/autonomo: per “produrre” a sua volta deve attingere e combinare altri settori non solo economici, ma anche e soprattutto metaeconomici, culturali, naturali, ambientali, storici, umani. La pianificazione strategica per il settore turistico spinge quindi verso una logica di sistema che metta in connessione fra loro i diversi settori (turismo, agroalimentare, cultura, trasporti, artigianato e PMI), e sviluppi un’offerta turistica che sia il risultato di una catena di valore che coinvolge i diversi attori territoriali in un’azione integrata che rappresenti nel suo insieme un vero e proprio progetto d’area:

Verranno dunque sostenute le progettualità attraverso cui gli attori potenzino e portino a sistema le risorse dell’area con particolare riferimento a temi quali il cicloturismo l’enogastronomia e le aree protette o di importanza comunitaria dal punto di vista ambientale e comunque coerentemente con il Piano turistico territoriale delle Dolomiti Friulane ed il piano strategico per il turismo della Regione Autonoma Friuli Venezia

BENEFICIARI:

a) Enti pubblici;

b) aziende agricole o cooperative agricole;

c) associazioni di categoria;

d) associazioni senza scopo di lucro;

e) PMI che opera nel settore del turismo;

f) privati (persone fisiche) che intendono realizzare interventi di qualificazione e/o riqualificazione delle strutture turistiche ricettive extralberghiere (B&B ed affittacamere non professionali);

g) guide naturalistiche e/o turistiche o altre professioni turistiche abilitate (di cui alla L.R. 02/2002 titolo VIII professioni turistiche e ss.mm.ii).

 

In particolare i beneficiari dovranno svolgere la propria attività ed avere sede o stabilimento in uno dei comuni di seguito elencati.

TERRITORIO INTERESSATO:

Il presente bando si applica alle operazioni attuate nelle aree rurali C e D della regione Friuli Venezia Giulia corrispondenti ai seguenti comuni (area del GAL Montagna Leader):

Area Rurale C: Arba, Aviano, Budoia, Caneva, Castelnovo del Friuli, Cavasso Nuovo, Fanna, Maniago, Meduno, Montereale Valcellina, Pinzano al Tagliamento, Polcenigo, Sequals, Travesio, Vajont;

Area Rurale D: Andreis, Barcis, Cimolais, Claut, Clauzetto, Erto e Casso, Frisanco, Tramonti di Sopra, Tramonti di Sotto, Vito d’Asio.

OPERAZIONI AMMISSIBILI:

1. Sono ammissibili le operazioni che prevedono la realizzazione di progetti che raggiungano le finalità del bando.

2. I beneficiari dovranno potenziare e portare a sistema le risorse dell’area (culturali, ambientali, ricreative, eno-gastronomiche), con particolare riferimento a temi quali il cicloturismo, l’enogastronomia e le aree protette o di importanza comunitaria dal punto di vista ambientale e comunque coerentemente con il Piano turistico territoriale delle Dolomiti friulane (redatto dal GAL) ed il Piano Strategico per il Turismo della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia.

3. Nell’ambito di quanto descritto ai commi precedenti, sono ammissibili le operazioni che prevedono la realizzazione dei seguenti interventi:

- organizzazione e promozione di pacchetti turistici (intervento attivabile esclusivamente da beneficiari privati);

- attivazione di servizi turistici (quali a titolo esemplificativo e non esaustivo: trasporto, prenotazione centralizzata dei posti letto, pulizie, accompagnamento, …) (intervento attivabile esclusivamente da beneficiari privati);

- realizzazione di materiali promozionali;

- realizzazione di piccoli interventi di qualificazione e/o riqualificazione delle strutture turistiche (di cui alla Legge regionale 9 dicembre 2016, n. 21 articolo 21) funzionali al progetto d’area (intervento attivabile esclusivamente da beneficiari privati);

- interventi di riqualificazione ambientale finalizzati ad una fruizione turistica del paesaggio;

- interventi di riqualificazione e allestimento di piccoli spazi espositivi funzionali al progetto d’area.

INTENSITÀ DEL SOSTEGNO:

Il sostegno è erogato in forma di conto capitale secondo i seguenti regimi:

  1. Nel caso di enti pubblici o associazioni (di cui all’articolo 6 comma 1 lettere a), c), d)) che nell’ambito del progetto finanziato non esercitano attività rilevanti ai fini commerciali, il sostegno non è configurabile come aiuto ad attività di impresa e pertanto è erogato in conto capitale secondo le seguenti aliquote:
    1. Enti pubblici nella misura del 100%;
    2. Associazioni nella misura del 80%.
  2. Nel caso di enti pubblici e associazioni che nell’ambito del progetto finanziato esercitino attività rilevanti ai fini commerciali, e per tutte le restanti tipologie di beneficiario (di cui all’articolo 6 comma 1 lettere b), e), f), g), il sostegno è erogato in conto capitale a titolo di «de minimis», con un’aliquota del 70% sul costo ritenuto ammissibile.

 

a. Il costo minimo ammissibile della domanda di sostegno è pari a Euro 10.000,00;

b. Il costo massimo ammissibile della domanda di sostegno è pari a Euro 100.000,00;

c. Il sostegno massimo concedibile ad un beneficiario privato è di Euro 30.000,00.

MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

Il beneficiario presenta la domanda di sostegno a pena di inammissibilità dal giorno successivo alla data di pubblicazione sul BUR del presente bando ed entro il 20 dicembre 2018, secondo una delle seguenti modalità:

a)         compila, sottoscrive con firma digitale e trasmette la domanda corredata degli allegati di cui all’articolo 18 in formato elettronico sul portale del Sistema informativo agricolo nazionale (SIAN), www.sian.it;

b)         in caso di mancata funzionalità del SIAN, debitamente comprovata, entro il termine sopra indicato, compila, sottoscrive e trasmette, esclusivamente mediante posta elettronica certificata all’indirizzo montagnaleader@pec.it , la domanda di sostegno, redatta a pena di inammissibilità utilizzando il modello di cui all’allegato A) e corredata della documentazione di cui all’articolo 18; entro 90 giorni dalla scadenza del termine di cui sopra, riproduce solamente la domanda in formato elettronico SIAN secondo le modalità indicate alla lett. a).

L’organismo responsabile del bando è il Gruppo di Azione Locale (GAL) Montagna Leader.

TERMINI PER LAPRESENTAZIONE DELLE DOMANDE:

Dal giorno 11 ottobre 2018 ed entro il 20 dicembre 2018.

PER INFORMAZIONI:

MONTAGNA LEADER S.C. A R.L.

Via Venezia 18 - 33085 Maniago

Telefono: 0427 71775

Mail: gal@montagnaleader.org

PEC : montagnaleader@pec.it